Micronazioni

Micronazioni. (fonte)

STATI D’ECCEZIONE
cosa sono le micronazioni

di Graziano Graziani

:: Edizioni dell’Asino ::

politica, goliardia, arte, tasse, idealismo, perfino truffa
di motivi per fondare una nazione ce ne sono tantissimi
questo libro racconta i casi più assurdi e suggestivi
di una pratica più diffusa di quello che si crede:
dichiarare indipendenti microscopiche porzioni di territorio

* * *

ascolta

«UTOPIE – 10 storie di micronazioni»

ciclo di trasmissioni condotte da Graziano Graziani
su Radio 3 Rai – agosto 2010

1. L’imperatore degli Stati Uniti
2. Sealand
3. Redonda
4. Tavolara / Seborga
5. Ladonia
6. Akhzivland
7. Uzupis
8. L’isola di Sark
9. Kugelmugel / NSK State
10. Isola della Rose / Bosgattia

* * *

Hanno scritto su STATI D’ECCEZIONE:

«Io e te su un’isola: quanto basta a proclamare l’indipendenza»�di�Davide Rota
apparso su�PostCardCul.com – 29 giugno 2012

Lo sapevate che nel 1968, al largo delle coste riminesi, un gruppo di
persone autoproclamò la propria indipendenza dall’Italia e fondò una
nazione autonoma. Si chiamava L’Isola delle Rose ed aveva la progenitura
dell’ingegner Giorgio Rosa, un tale che lavorava nel settore edile ed
era stufo – già allora – della burocrazia italiana. L’esperimento di
questo isolotto artificiale nell’Adriatico durò appena 55 giorni, prima
che il governo intervenne e costrinse i suoi occupanti ad evacuare.
Come questo caso di autoindipendenza ne troviamo moltissimi in tutto il
mondo e la storia di queste cosiddette “micronazioni” viene raccontata
in “Stati d’Eccezione”, geniale libro di Graziano Graziani ed in
vendita, per le edizioni dell’Asino al prezzo di 15 euro.
Utopie, fantasiose entità dalle radici iperboliche, accomunate dalla
ricerca irriducibile di autonomia e indipendenza. In questo viaggio
scopriremo cos’è il Regno di Talossa, andremo alla Christiania, l’area
di Copenaghen in cui nemmeno la polizia poteva entrare e poi ancora il
Lizbekistan, Frigolandia, il Gay & Lesbian Kingdom e tantissimi
altri.
Isole felici, stati estemporanei, esperimenti sociali. Il tutto in
un’analisi sociologica e anedottica, che soddisfa il palato dei più
curiosi.

[link: www.postcardcult.com/articolo.asp?id=4512&sezione=22]

viaMicronazioni.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...